Foto mia

Foto mia
Lavoro amigurumi eseguito dalla mia amica di Ampezzo, Alda Varnerin. Ha mani veramente d'oro, i suoi lavori sono sempre precisi.

martedì 29 luglio 2008

Saluti


Un caro saluto a tutti voi, dai miei amici passerotti, che vengono a becchettare sul balcone al mattino presto.
Sono più veloci della luce, è difficile fotografarli.
Mandiiii !!!

Caprino corazzato






























L'impasto cucinato alla piastra, ha un lontano sapore di piadina, il caprino all'interno risulta cremoso e con prezzemolo e cipolla è molto saporito e gustoso.
La prossila volta però, anzichè lasciare prezzemolo e cipolla attorno al caprino, li impasto insieme e li rimetto in forma.
Volendo, potete mettere sul prezzemolo e cipolla un poco di sale e pepe, attenzione al sale.
CAPRINO CORAZZATO
per 1 persona

1 caprino
prezzemolo
1 cipollotto
sale e pepe q.b.
olio consentito

per l’impasto
50 g farina di semola di grano duro
1 pizzico di salea
acqua appena tiepida q.b.

Con la farina, l’acqua e il sale, preparare un panetto liscio e morbido.
Stendere l’impasto a forma di rettangolo, che contenga bene il caprino.
Appena steso il panetto, distribuire sopra il prezzemolo e il cipollotto lavati e tritati finemente, lasciando libero un centimetro d’impasto tutto attorno ai bordi .
Appoggiare il caprino e chiuderlo a forma di piccolo strudel.
Posare lo strudelino in un padellino antiaderente, e cuocerlo da tutti i lati, come se fosse alla piastra.
A cottura ultimata metterlo in un piatto, con 2 pomodori tagliati a spicchi e rondelle di cipolle rosse.
Salare, pepare e irrorare con un filo d’olio.

Risotto al baccalà











Baccalà musica per le mie orecchie !
Anche questa è una piacevole preparazione con il baccalà, me ne è rimsto un poco e il giorno dopo, gustato freddo, non ha perso nulla della sua bontà.
Dicono che il baccalà cucinato e il vino, hanno qualche cosa in comune: il primo è più buono il giorno dopo e l'altro più invecchia e più è buono.













RISOTTO AL BACCALA’
per 4 persone
2 pezzi di baccalà
1 cipolla
4 spicchi di aglio
3 pomodori maturi
1 peperone verde non molto grande
1 peperone rosso non molto grande
4 hg riso Carnaroli
1 peperoncino rosso (fresco)
1 foglia di alloro
1 ramo di prezzemolo
Olio q.b.
Sale q.b.
Cuocere per tre minuti 2 pezzi di baccalà da 200/250 g l’uno. Toglierlo dalla pentola, lasciarlo raffreddare e conservare l’acqua di cottura.
In un tegame con l’olio, mettere la cipolla, l’aglio tritati e appoggiare il tegame sul fuoco.
Togliere la pelle e i semi a 3 pomodori ben maturi, tagliarli a pezzettini e aggiungerli al soffritto di aglio e cipolla.
Tagliare a pezzetti un peperone verde e 1 rosso (previamente lavati e mondati dai semi e dai filamenti bianchi) e aggiungerli al soffritto, lasciando cuocere un poco.
Prima di aggiungere il riso, versare nel soffritto l’acqua di cottura del baccalà e appena inizia a fremere, unire il baccalà previamente disfatto, il riso, il peperoncino, 1 foglia di alloro e un ramo di prezzemolo spezzettato.
Mescolare bene e aggiustare di sale.
Appoggiare il coperchio e lasciar cuocere.
Servire appena cotto il riso e guarnire i piatti con un rametto di prezzemolo.

Salsa al vino Porto















Ecco amici miei, vado e vengo frettolosamente e spero di accontentarvi ogni volta. Dal suggerimento di un'amica, ho provato a preparare questa salsa, modificando un poco la ricetta. Questa salsa accompagna molto bene la carne di maiale ai ferri o arrosto.
Provatela se vi piace l'accostamento eeee ........
Bom apetit

SALSA DI VINO PORTO
¼ di vino Porto di buona qualità
1 bicchiere di vino Cabernet Souvignon rosso
¼ di cipolla tagliata a dadini piccoli
1 cucchiaio di burro senza sale
3 cucchiai di zucchero

PREPARAZIONE
Sciogliere il burro in un tegamino, aggiungere i vini, la cipolla, lo zucchero e portare a bollore.
Abbassare il fuoco e cuocere per 15 minuti.





Ehei ! ho detto 1/4 di vino Porto, non una maxi brocca, mi raccomando !!